Nocino

in
Liquori

Tra i liquori tipici della Bassa, spicca il nocino. Le piante di noce, ampiamente diffuse in queste zone hanno mantenuto nella storia un alone di leggenda, legato alla presenza di streghe e incantesimi; e quest’aura di incantesimo è stata trasmessa alla preparazione del liquore.

Secondo la tradizione, nella notte di San Giovanni, il 24 giugno, solo le mani di una donna, che sia a piedi nudi, possono raccogliere le noci destinate al liquore, senza utilizzare attrezzi di ferro.

Ogni famiglia ha la sua ricetta, ma alla base c’è sempre l’infusione dei malli in alcool, con l’aggiunta di scorza di limone, chiodi di garofano e cannella. Il tutto va chiuso in un vaso ermetico per quaranta giorni.

Al termine si passa al colino il nocino e vi si aggiunge uno sciroppo di zucchero, che andrà fi ltrato dopo quattro giorni. Una volta imbottigliato si lascia ad invecchiare per almeno un anno.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *